Locazioni, codici tributo modello F24 Elide

25 Gen 2014 | Di | Categoria: In primo piano, In primo piano: news

La risoluzione n. 14/E del 24 gennaio ha istituito i codici tributo che rendono operativo il nuovo modello di pagamento F24 Elide dal prossimo 1 febbraio 2014.

Il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (abbreviato come F24 Elide) permette di pagare con un solo modulo l’imposta di registro, i tributi speciali e compensi, l’imposta di bollo, le sanzioni e gli interessi relativi alla registrazione dei contratti di locazione ed affitto di beni immobili e rappresenta una notevole semplificazione fiscale e burocratica per i possessori di immobili.

L’estensione delle funzioni di versamento tramite modello F24 è stata fissata dal provvedimento emesso del direttore dell’Agenzia delle Entrate il 3 gennaio scorso. Con lo stesso provvedimento è stato consentito un periodo transitorio di 11 mesi, durante i quali si potrà ancora utilizzare il modello F23.

Questi, i nuovi codici tributo creati per il modello F24 Elide.

1500” Imposta di registro per prima registrazione.
1501” Imposta di registro per annualità successive.
1502” Imposta di registro per cessioni del contratto.
1503” Imposta di registro per risoluzioni del contratto.
1504” Imposta di registro per proroghe del contratto.
1505” Imposta di bollo.
1506” Tributi speciali e compensi.
1507” Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione.
1508” Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione.
1509” Sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.
1510” Interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.

Come specificato da un articolo di “FiscoOggi”, rivista telematica dell’Agenzia delle Entrate, per identificare l’altro contraente della locazione è stato istituito il codice “63“, denominato “Controparte”.

Specificatamente, ecco come riempire i campi del modello F24 Elide:

1) nella sezione “Contribuente” vanno riportati i dati anagrafici ed il codice fiscale di chi effettua il versamento;

2) nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare”, vanno indicati il codice fiscale della controparte ed il codice identificativo “63”;

3) le sezione “Erario ed altro” va compilata nel modo seguente

  • nei campi “codice ufficio e “codice atto”, non va apposto alcun valore
  • nel campo “tipo”, va scritta la lettera F
  • nel campo “elementi identificativi”, non va scritto alcun valore in caso di pagamenti relativi alla prima registrazione, oppure – qualora si tratti di annualità successiva, proroga, cessione o risoluzione del contratto – va scritto il codice identificativo del contratto
  • nel campo “codice”, specificare il codice tributo
  • nel campo “anno di riferimento”, riportare l’anno di stipula del contratto (o di decorrenza, se anteriore) in caso di prima registrazione, oppure – in caso di annualità successiva, proroga, cessione o risoluzione del contratto – l’anno di scadenza dell’adempimento.

Per consentire il versamento degli importi dovuti a seguito di avvisi di liquidazione dell’imposta e di irrogazione delle sanzioni, relativi alle stesse locazioni immobiliari, la risoluzione n. 14/2014 dell’Agenzia delle Entrate istituisce i sottostanti codici tributo:

A135” imposta di registro;
A136” imposta di bollo;
A137” sanzioni;
A138” interessi.

Come sottolineato in una nota della stessa Agenzia, «I nuovi codici tributo sono riservati esclusivamente al modello F24 Elide, che può essere utilizzato in alternativa al modello F23 fino al 31 dicembre 2014. A partire dal 2015, invece, i versamenti dovranno essere eseguiti esclusivamente con il modello F24 Elide».

» Cliccare qui per scaricare il modello F24 Elide dal sito della Agenzia delle Entrate.
» Cliccare qui per scaricare le avvertenze per la compilazione del modello F24 Elide.
» Cliccare qui per leggere il post sul modello F24 Elide (seconda parte dell’articolo).

Tags: , , ,

I commenti sono chiusi